L’auto elettrica diventa una batteria

Pubblicato il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico per il “Vehicle to grid”

Il MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO con DECRETO 30 gennaio 2020pubblicato su Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14/2/2020 – ha definito i criteri e le modalità per favorire la diffusione della tecnologia di integrazione tra i veicoli elettrici e la rete elettrica, denominata “vehicle to grid”.

Il decreto ha tra gli obiettivi non solo la diffusione delle auto elettriche ma anche quello di rendere più stabile tutto il sistema elettrico in un’era in cui le energie rinnovabili fanno la parte del leone ma che per loro natura non possono ancora garantire l’energia indispensabile a tutto il Paese: per questo l’esigenza dei sistemi di accumulo – tra cui certamente le vetture elettriche – perché contribuiscano alla necessità di stabilizzazione della rete.

Il singolo automobilista si affiderà ad un “aggregatore” (uno degli attuali fornitori di energia) che in pratica farà da collegamento tra l’auto e la rete.

L’automobilista si collegherà alla colonnina ove oltre a ricevere energia a sua volta la fornirà nei momenti di necessità di “bilanciamento” della rete. Alla remunerazione penserà lo stesso aggregatore che procederà con molta probabilità allo sconto sul successivo “pieno” di energia elettrica.

L’Auto e la Rete Elettrica Privata

Si definirà con il termine “Vehicle to Home” lo scambio LOCALE tra l’auto e la propria abitazione oppure il proprio condominio o il comprensorio di abitazioni o aziende. Questa ultima funzione consentirà di aumentare gli autoconsumi, massimizzando il ricorso all’autoproduzione e limitando i picchi di energia e potenza prelevata dalla rete, ottenendo così delle economie di spesa e perché no dei guadagni!

Se cerchiamo a ritroso la nascita di questo sistema che oggi verrà adottato in Italia dopo mesi di sperimentazione, scopriamo che esso è stato studiato fin dai primi anni duemila in Giappone, non a caso Patria del marchi Nissan; la multinazionale Nipponica oggi è un leader indiscusso nella mobilità elettrica e sono ormai diversi anni che ha instaurato partnership a livello mondiale per la sperimentazione e diffusione anche di questa importante novità!